News Back

 

Team building: il rugby come metafora per fare squadra e lavorare meglio

Team building, ovvero fare squadra, nello sport, in azienda e in qualsiasi tipo di organizzazione. Lo sa bene chi in Roen si occupa di formazione del personale e che ha inserito nella serrata programmazione per l’anno in corso anche delle lezioni dedicate alla costruzione e al rafforzamento del lavoro in team.

Il modello arriva dal mondo dello sport e in particolare da quello del rugby che si fonda su collaborazione, sostegno, fiducia reciproca, rispetto per i compagni, per gli avversari e per l’arbitro, definizione chiara delle strategie e dei ruoli, senso di appartenenza e grande capacità di comunicazione.

Questi stessi valori diventano ancora più fondamentali in un mondo in continuo cambiamento come quello attuale, dove la focalizzazione del gruppo al raggiungimento degli obiettivi e alle aspettative dell’organizzazione è una delle chiavi del successo strategico di ogni impresa.

I corsi, organizzati in azienda dalla HR Claudia Cucurnia tra febbraio ed aprile, hanno coinvolto tutta la forza produttiva con la docenza del Master Coach & Trainer Daniele Mazzolo con cui Roen Est collabora di diversi anni con grande soddisfazione e coinvolgimento del personale.

Durante i corsi, le regole del rugby sono tradotti e ricodificati all’interno del mondo aziendale dove, per raggiungere gli obiettivi prefissati, ciascuno dei componenti deve aver chiaro il proprio ruolo, deve collaborare, sostenere i compagni e, soprattutto, comunicare seguendo precise regole etiche e comportamentali.